Archivi tag: Dijsselbloem

Roberto Perotti, consigliere

Firma tra Stati Uniti e Cina, e sotto la foto di Obama che stringe la mano di Xi Jinping. “Emissione compiuta”, titola il manifesto. Usa e Cina sono i più grandi inquinatori del pianeta e la prima e la seconda potenza economica. Firmando l’accordo di Parigi per ridurre l’emissione di gas serra, si impegnano a far meno danni. In realtà entrambi hanno già fatto qualcosa. Washington ha investito molto sull’economia cosiddetta verde, ed è stato questo anche un motore di una ripresa, negli Stati Uniti meno flebile che in Europa. La Cina, constatata l’insostenibilità del suo modello di sviluppo, ha scelto di raffreddare la crescita, fondata sulla produzione a basso costo di tutto per invadere tutti i mercati, scegliendo di investire su infrastrutture e consumi interni. Così facendo, mentre crollava il prezzo del petrolio e delle materie prime, ha però consegnato l’economia mondiale a una sorta di stagnazione che i più allarmati definiscono secolare. È la contraddizione della fase attuale. Continua la lettura di Roberto Perotti, consigliere

Draghi e Merkel, l’intesa

Draghi: la BCE pronta a tutto, scrive Repubblica e aggiunge “Le borse volano”. Ecco, la chiave del giorno: capire cosa voglia dire esattamente che la banca europea sia pronta a tutto. Provo a interpretare, anche se non sono un “esperto”, ma solo uno che segue e legge. La BCE è pronta a immettere denaro – e questo si sapeva -, è disposta a comprare titoli del debito pubblico di un paese che appaia in sofferenza – anche questa è piuttosto una conferma, sia pure non ovvia -, ma è pronta pure ad evitare, in ogni modo, nuovi fallimenti bancari. Ecco che Monte dei Paschi di Siena, banca finita per le note vecchie magagne nel tritacarne di alcuni grandi operatori finanziari (vogliamo chiamarli “speculatori”?), dopo la frase magica di Draghi si è subito ripresa, recuperando in un solo giorno il 43% del valore del suo titolo. Viva! Continua la lettura di Draghi e Merkel, l’intesa