Archivi tag: Visco

Un punto di gravità permanente! (lo cercano anche i giornali)

Politici a vita

Ma cosa ha detto alla fine il Governatore? Immagino lo sconcerto nelle redazioni ieri pomeriggio: Visco apprezza Renzi, critica la BCE, prevede una stretta quest’estate per le banche italiane, che a lungo aveva lodato ma che forse non erano così in ordine. Come si fa a far sintesi, qual è il senso? “Spinta di Visco alla ripresa”, scrive il Corriere. “Sferzata alle banche, tagliate i costi”, secondo la Stampa. “La Ue troppo rigida con le banche” scrive Repubblica. Secondo me Visco ha detto…che non sa che dire! Che non gli piace il rigore europeo verso i nostri istituti di credito i quali però devono mettersi a posto, vendere titoli tossici, concentrarsi per resistere: non c’è che fare. Che il governo, per Visco, come per tutti i potenti, ha fatto bene ad assumere la ricetta neoliberista dei mercati e dalla Merkel (jobs act e riforma della pubblica amministrazione) ma che non basta. Niente frottole, una ripresa come quella che si è vista quest’anno, serve a poco. Perciò serve, serve, cosa serve? Ecco la sintesi della ricetta del Governatore secondo Daniele Manca, del Corriere: nuovi stimoli devono venire “da maggiori investimenti anche pubblici; dalla spinta alla legge per la concorrenza; dalla riduzione del cuneo fiscale; dal «sostegno al reddito dei meno abbienti»; dalle agevolazioni per rendere le dimensioni delle aziende più adeguate a sostenere i momenti difficili”. Continua la lettura di Politici a vita

Rumor non di sciabole ma di coltelli

L’Italia come il vestito di Arlecchino, o come una strada piena di toppe che mettono a rischio gli ammortizzatori. É la conseguenza di una crisi politica che si trascina da decenni e ha logorato, consociato e infine screditato le classi dirigenti. Come se ne esce? Servirebbe fermarsi a discutere, dirci che Europa vogliamo costruire, cosa intendiamo produrre noi Italiani, come garantiremo protezione sociale e benessere ai cittadini, quali forme democratiche siano le più adatte per controllare chi decide, il quale è tanto più forte quanto meno il suo potere appare incontrollato e dunque arbitrario. Invece: “La manovra dei tanti bonus”, piange il Corriere. Ce n’è per tutti. Continua la lettura di Rumor non di sciabole ma di coltelli

Difesa della Boschi, attacco alla Merkel

Gigante, pensaci tu! La pubblicità della Ferrero, con il gigante buono alle prese con le malefatte dell’imbranato Jo Condor, andava in onda quando Matteo Renzi non era ancora nato. E tuttavia m’è tornata in mente, scoprendo stamane dai giornali che il premier aveva affidato ancora una volta a Raffaele Cantone il compito di raddrizzare i torti. Questa volta delle banche, dopo quelli del Mose, dell’Expo e del Giubileo. Cantone, pensaci tu! “Renzi chiama Cantone” titola Repubblica e il Corriere aggiunge “Tensione Governo Bankitalia”. Perché anche l’istituto di via Nazionale (e non solo la Consob) si è sentito scavalcato e posto sotto accusa dalla scelta di affidare a Cantone gli arbitrati sui rimborsi agli obbligazionisti. Visco è subito salito sul Colle e, per una volta, il Fatto sembra approvare il premier: “Renzi sfiducia Visco e Vegas, ma Mattarella salva Bankitalia”, è il titolo di prima pagina. Continua la lettura di Difesa della Boschi, attacco alla Merkel