Archivi tag: Sinistra Italiana

Sul Codice Antimafia. In Senato.

Sinistra Italiana ha votato a favore del nuovo “Codice Antimafia” perchè lo chiedevano tutte le organizzazioni impegnate nel contrasto del fenomeno mafioso e perchè il provvedimento introduce misure di prevenzione, quali il sequestro dei beni, anche per i corrotti che abbiano accaparrato capitali illeciti in concorso con altri, nell’ambito di una organizzazione a delinquere. Continua la lettura di Sul Codice Antimafia. In Senato.

Presentazione disegno di legge “Fascicolo del fabbricato”

Intervenire con affanno dopo un evento calamitoso può avere un costo molto salato in termini di vite umane e spesa pubblica. Un disegno di legge che verrà ufficialmente presentato in Senato il prossimo 27 giugno prova a far uscire il Paese dalla condizione di emergenza in cui spesso viene a trovarsi a seguito di terremoti e altre intemperie. Il primo firmatario dell’iniziativa legislativa è Corradino Mineo, il quale, per la stesura del testo, si è avvalso della sapiente collaborazione di Witti Mitterer, Massimo Pica Ciamarra e del gruppo di studio della rivista Bioarchitettura. Continua la lettura di Presentazione disegno di legge “Fascicolo del fabbricato”

Macron stravince ma (per ora) non convince

Siamo alle solite, nel caffè di oggi c’è un refuso. A un certo punto ho chiamato Mantovani l’ottimo Tomaso Montanari. Me ne scuso, ma non avevo tempo per rifare la registrazione. Ho lanciato il caffè odierno con due tweet diversi: “Macron stravince ma (per ora) non convince” e “La sinistra e l’atteggiamento del parassita”. Perché in realtà due erano i temi trattati. Buon caffè.

Caffè…senza connessione

Mi scuso per non aver servito, stamani, il solito Caffè. In realtà l’ho registrato alle 8,30 ma a Milano, dove mi trovo per un convegno sulla ricerca, non sono riuscito a trovare una connessione in grado di caricare il video su Faceebok.

Nel caffè odierno parlavo di Paola, naturalmente. Morta di fatica sui campi, vittima della “modernità” perché i suoi aguzzini, ora arrestati, non sono i caporali d’un tempo ma signori in giacca a cravatta, gestori di un’agenzia di lavoro interinale. Parlavo del terremoto e dei ritardi. Scrive Fiorenza Sarzanini che sono 11.263 le persone senza casa, 9mila tuttora ospitate in residence e alberghi, 4 edifici su 10 sono inagibili e delle 3mila “casette” promesse ne sono state ordinate 1.470 e consegnate 18. Citavo la vicenda di Bollorè, patron di Vivendi, indagato per agiotaggio – titolone sul Corriere – per aver rotto a luglio con Berlusconi facendo crollare i titoli mediaset in modo da comprarli sotto costo e lanciare un’Opa ostile in dicembre. E del Fatto Quotidiano che titola “Lotti raccomandò a Emiliano l’amico d’affari del papà di Renzi”. Continua la lettura di Caffè…senza connessione